17 GIUGNO COMMEMORAZIONE DI TRE EROI SICILIANI

di Angelo Russo Tre eroi siciliani dimenticati nella lotta per l’indipendenza della Sicilia del dopoguerra hanno dato la vita per ridare all’isola il suo Parlamento e parte di quell’autogoverno che l’aveva resa nei secoli una Nazione orgogliosa e prestigiosa al centro del Mediterraneo, sono certamente Antonio Canepa di 36 anni, Carmelo Rosano di 22 anni…

Agatocle un Siciliano figlio del destino!

Nacque a Termini Imerese nel 361 aC da una famiglia proletaria trasferitasi in seguito a Siracusa, mettendosi già da fanciullo in vista per la sua prestanza fisica e la sua oratoria. Dal padre Carcino apprese l’arte del commercio e dell’artigianato, rendendosi popolare nelle fila dell’esercito e della plebe per la sua fede democratica, già nel…

Napoleone e il regalo all’Ammiraglio Gravina

Il 5 maggio 1821, esattamente 200 anni fa, morì Napoleone Bonaparte. Ebbene, c’è un legame inatteso con la città di Palermo, ovvero le armi che furono regalate da Napoleone a Carlo Federico Gravina, Ammiraglio della flotta di S.M. spagnola intorno al 1801-02 e che si trovano esposte a Palazzo delle Aquile entro un’apposita teca. Carlo…

GINO MARINUZZI STORIA DI UN DIRETTORE D’ORCHESTRA

Definito il più grande direttore d’orchestra del novecento dallo storico e musicologo Paolo Isotta, Gino Marinuzzi fu tra i più influenti intepreti del ruolo nella prima metà del secolo e la sua fama riecheggiò in tutti i principali teatri lirici del mondo. Nato a Palermo il 24 marzo 1882, pochi giorni dopo la partenza di…

Il giorno dell’Annunciazione in Sicilia: dall’incoronazione di Federico III alla rifondazione del Regno

di Fabio Petrucci La data del 25 marzo, giorno che nel calendario cattolico corrisponde alla ricorrenza dell’Annunciazione, coincide con due eventi assai importanti per la storia politica della Sicilia: l’incoronazione di Federico III nel 1296 e la rifondazione del Regno nel 1848, conseguenza della rivoluzione del 12 gennaio. Re patriota per eccellenza, campione dell’indipendenza siciliana,…

Gesualdo Bufalino insegnante per una “vita”

Nato a Comiso nel 1920 da famiglia di artigiani del metallo, il padre era un fabbro con la passione della lettura, Gesualdo nutrì una naturale propensione alla lettura ed alla scrittura e sin da bambino leggeva persino i giornali. La famiglia sostenne questa sua inclinazione e a prezzo d’importanti sacrifici, permise a Gesualdo di frequentare…

Procopio De’ Coltelli il Siciliano che portò il gelato in Europa!

Sulla giovinezza di Procopio esistono poche notizie certe. Si sa che nacque a Palermo nel 1651 probabilmente da una relazione illegittima di uno dei principi di Cutò, che all’epoca erano i Platamon. A conferma di ciò, un documento della Chiesa di Sant’Ippolito attesta infatti il suo battesimo il giorno seguente alla sua nascita. I Platamone…

LE “NEMICHEAMICHE” DELLA GUERRA DEI CUGINI

di Maria Luisa Giammarino Giacometta di Lussemburgo (Jacquette de Luxembourg) nasce all’incirca nel 1415 (non disponiamo di informazioni certe a riguardo). Probabilmente era la prima figlia femmina degli otto figli del conte Pietro I del Lussemburgo e di sua moglie Margherita del Balzo. La famiglia di Giacometta era totalmente asservita al duca di Borgogna, in…

IL GALILEI SICILIANO

GIOVANNI ODIERNA Nato a Ragusa nel 1597 da umile famiglia di artigiani, fu preso a cuore da fanciullo da un lontano parente che nutriva amicizie nell’ordine francescano e negli ambienti eruditi. Intrapresi gli studi di astronomia nel 1616 ed avviato alla carriera ecclesiastica nel 1622, Giovanni trascorse alcuni anni a Roma frequentando l’Accademia dei Lincei…

FILIPPO MASCI FILOSOFO DELLA CRITICA DELLA RAGION PURA

di Anna Maria Pierdomenico Filippo Masci nacque a Francavilla al Mare il 29 settembre 1844 da una famiglia della borghesia abruzzese e rimase orfano del padre quando aveva solo quattro anni. Versatissimo negli studi, frequentò il collegio Giambattista Vico di Chieti e dopo il diploma studiò filosofia, scienze e matematica con l’aiuto del professor Mola….

CARLO V DONA MALTA AI CAVALIERI OSPITALIERI

1530 MALTA È CONCESSA AI CAVALIERI OSPITALIERI COME VASSALLI DEL REGNO DI SICILIA di Fabio Petrucci Con l’atto di donazione siglato da Carlo V in qualità di re di Sicilia, ebbe inizio la vicenda storica dello Stato monastico di Malta, capeggiato dai Cavalieri Ospitalieri sotto l’alta sovranità del Regno siciliano. A simboleggiare la dipendenza dei…