Napoleone e il regalo all’Ammiraglio Gravina

il

Il 5 maggio 1821, esattamente 200 anni fa, morì Napoleone Bonaparte.

Ebbene, c’è un legame inatteso con la città di Palermo, ovvero le armi che furono regalate da Napoleone a Carlo Federico Gravina, Ammiraglio della flotta di S.M. spagnola intorno al 1801-02 e che si trovano esposte a Palazzo delle Aquile entro un’apposita teca.

Carlo Federico Gravina di Moncada

Carlo Federico Gravina era figlio di Giovanni Gravina e Moncada quinto principe di Montevago e fratello dell’Arcivescovo di Palermo Pietro, il committente del torrione neogotico sul Palazzo Arcivescovile.

Partecipò a numerose battaglie navali e dopo la nomina ad Ammiraglio alla spedizione di Santo Domingo (1802), in seguito all’alleanza della Spagna con la Francia napoleonica, ricoprì l’incarico di ambasciatore a Parigi nel 1804-1805. Morì per le ferite riportate durante la battaglia di Trafalgar, quando la flotta spagnola fu disfatta da quella britannica guidata da Orazio Nelson.

I suoi natali, come ricordato da una lapide in piazzetta Marchese Arezzo, si ebbero nel palazzo che fu poi trasformato per conto degli Arezzo di Celano a causa del taglio di via Roma dall’architetto Francesco Palazzotto e terminato nel 1897.

Tratto dalla pagina Facebook : “I Palazzotto Storia e Architettura in Sicilia”.