Fra economia e virus riflessioni di una Siciliana in Germania!

di Rosalia Geraci

Per fallimento in Germania non si da nulla. Hanno dato per il primo Lockdown aiuti a commercianti in base alla loro attività e numero di dipendenti. Ciò nonostante molti sono stati costretti a licenziare. Il tasso di disoccupazione è molto alto attualmente…considerando che fino a qualche mese fa quasi non esisteva la disoccupazione.

Per ora tutti i dipendenti che non sono stati licenziati sono in ” cassa integrazione ” che qui in Germania funziona diversamente che in Italia. Questa misura è stata prolungata fino a quasi tutto il 2021. Si prevede un’altra botta di licenziamenti significativi a emergenza terminata e dopo che la cassa integrazione sarà finita.

Tendo a precisare che la Germania è una repubblica federale e che ogni Land è autonomo e decide per se. Che la Merkel parli non significa che ogni regione seguirà le sue parole. Lei darà linee guida ma saranno i governatori delle singole regioni a stabilire regole, chiusure e multe.

Non credete che la Germania sia questa miniera d’oro che immaginate. Ha sicuramente saputo lavorare sodo per mettere da parte come le formiche. Ora è arrivato l’inverno e ha qualche riserva da parte. Ma la crisi è crisi per tutti.

Spero soltanto che tutta questa paradossale situazione mondiale si risolva in tempi brevi. Il vero problema non è oggi purtroppo…i veri effetti si vedranno tra qualche mese. Il 2021 sarà un anno davvero difficile, non prima del 2023 credo si avranno i primi assestamenti nei paesi meno problematici. Per quelli messi peggio si prolungherà ancora un po’.

La pressione fiscale potrebbe aumentare nei prossimi anni e questo ovunque. Ci saranno da risanare le casse statali.

Sono siciliana amo la mia terra e la racconto per quella che è : magnifica e maledetta!

Vivo in Baviera e la amo…Monaco è casa mia. Ma mi incavolo quando la gente in italia crede che qui regalano soldi…qui si paga ogni cosa e i soldi si sudano. Non esiste tredicesima, non esistono soldi regalati esentasse…e i ricchi qui sono pochi. Quando la Merkel ha detto che la maggior parte degli italiani sta meglio dei tedeschi perché possiede una casa, gli italiani si sono sollevati incavolati.

Ma qui quasi nessuno possiede casa e gli affitti sono alle stelle…la maggior parte della gente tira a campare. Chi guadagna bene paga anche un sacco di soldi. Magari vive bene e si concede tutti gli sfizi perché se lo può permettere…ma la vita quotidiana qui è umile. Proprietari di aziende camminano in tuta e lavorano insieme agli operai sporcandosi mani e vestiti.

L’auspicio?

Presto berremo insieme senza mascherine e divieti…e potremo abbracciarci…almeno gli abbracci credo rimarranno gratis!