La Costituzione del Regno di Sicilia del 1812 una conquista di civiltà

LA PIU’ GRANDE CONQUISTA DI CIVILTA’ DELLA NAZIONE SICILIANA 📜

– La Costituzione del Regno di Sicilia del 1812 –

di Valerio Lo Giudice

Se è vero che a darle anima e volto di grande avvenimento europeo fu il patrocinio inglese, la grande Riforma Costituzionale del Regno di Sicilia del 1812 fu comunque una manifestazione di Voluntas Siculorum, pur sempre un avvenimento siciliano, un’indelebile pagina del Costituzionalismo Siciliano.

A deciderla e a definirne i caratteri infatti furono i Padri Costituenti Siciliani riuniti in Parlamento.

Il grande Storico Francesco Renda a proposito della Magna Carta Siciliana scrisse: “Con quella Costituzione, la Sicilia sarebbe cresciuta di livello non solo politico e sociale, ma anche culturale e morale.”

Perché lo Storico Francesco Renda ebbe tali parole di elogio?

Il motivo è semplice: la Costituzione del Regno di Sicilia del 1812 non era una carta octroyée (cioè concessa dal Sovrano) ma votata e promulgata; anglosassone nell’ispirazione e nelle garanzie la Magna Carta Siciliana conteneva Principi Fondamentali quali la Divisione dei Poteri, il Sistema Bicamerale con una Camera dei Pari e una dei Comuni, la difesa della Proprietà Privata e quindi l’abolizione del Feudalesimo, l’Habeas Corpus, il Diritto di Resistenza, la Libertà di Parola, d’Associazione e di Stampa.

Un vero e proprio scrigno di principi fondamentali oggi colonne portanti dello Stato di Diritto.

Sì “Con quella Costituzione, la Sicilia sarebbe cresciuta di livello non solo politico e sociale, ma anche culturale e morale.”

RIFERIMENTI:

– F.Renda – Maria Carolina e Lord Bentinck – Sellerio

– FOTO: F.Padovano – La notte del 19 Luglio 1812

dello stesso autore:

https://360econews.wordpress.com/2018/12/09/quando-la-sicilia-fu-defraudata-della-propria-storia/

https://360econews.wordpress.com/2019/04/24/regno-di-sicilia-da-grande-regno-a-territorio-colonizzato/

https://360econews.wordpress.com/2019/03/22/re-per-volonta-dei-siciliani/