A che serve la democrazia se tutti rubano? Io dico NO!

di Alfonso Alessandro Nobile

Oggi 630 deputati e 315 senatori “rubano soldi, non si presentano in aula, nulla fanno dalla mattina alla sera”, domani potrebbero essere 400 deputati e 200 senatori: saranno pagati ugualmente. Ma se dopodomani cambiasse la qualità del voto (che dipende dagli elettori, quindi siamo noi i primi responsabili) e ci fosse una classe politica seria come quella selezionata dalle carceri fasciste e dalla seconda guerra mondiale: che sistema parlamentare avrebbero a disposizione? Vogliamo buttare il bambino con l’acqua sporca? Vogliamo continuare a confondere le istituzioni con le persone?

Mi sembra di sentire quelli che dicono che la Polizia in Sicilia non deve essere gestita dal Presidente della Regione perché “chissà cosa ne farebbe il fascista Musumeci”! Mi sembra una follia! Quindi se domani alla guida della Regione ci fosse un Siciliano Libero non potrebbe avvalersi della polizia perché ci si è rinunciato oggi che c’è Musumeci?! “Cacca e pipì per i marciapiedi, sporcizia ovunque, maleducazione generale, auto in doppia fila, voglia di sopraffazione, mancanza di file…” sono le motivazioni che qui al nord tutti mi oppongono nel giustificare la mancata applicazione degli articoli 36 e 37 dello Statuto, come se la PRESUNTA maleducazione giustifichi il furto: il ragionamento è identico!

A questo punto facciamo una riforma in senso presidenziale, aboliamo completamente il Parlamento (tanto è inutile, rubano tutti) torniamo a prima delle richieste del 1848, mettiamo l’uomo forte al comando! Anzi, ripristiniamo il fascismo, ma senza parlamento! Siamo stanchi di pensare con la nostra testa e poi, ormai, non abbiamo più neanche gli strumenti per capire quanto ci stiano incaprettando col nostro consenso. A che ci serve la democrazia se tutti rubano. Io dico NO! Per me la democrazia è un valore da difendere con le unghie e con i denti! Io voglio poter votare e voglio ancora poter dire la mia e poter dissentire! Perché il mio voto abbia più valore voglio più parlamentari! Non meno! E poi voglio ridurre drasticamente gli stipendi dei parlamentari (inclusi tutti i rimborsi: tutti a piè di lista e limitati ad una soglia massima). Questo sì. Ma il mio voto conta! E voglio che conti ancora di più! Chi vota per la riduzione vuole ridurre il proprio potere democratico, vuole ridurre la propria voce!

Abbiamo la fortuna di avere una Repubblica Parlamentare, dove è il Parlamento a decidere tutto: il Parlamento elegge il Presidente della Repubblica e il Parlamento dà la fiducia e la toglie ai governi, il Parlamento legifera… In Italia! Non è così in Francia, dove il Parlamento non esprime il Presidente della Repubblica e non lo sfiducia, non è così in Germania, dove i länder (l’equivalente delle nostre Regioni) legiferano su tutto e lasciano al Bundestag la competenza solamente su poche materie come politica estera e difesa, non è così in Spagna e Regno Unito, dove il Capo di Stato è il re che, però, ha i poteri del nostro Presidente della Repubblica (presiede il Consiglio Superiore della Magistratura, è il capo supremo delle forze armate,…), che, come ricordato, in Italia è eletto dal Parlamento! Questi confronti sono assolutamente impropri e fuorvianti, proprio perché, anche se molti di quelli che leggeranno questo commento non hanno gli strumenti per comprenderne il senso, l’Italia è una Repubblica Parlamentare!

Concludo dicendo che la democrazia (che per me ha un valore) costa e che i soldi spesi per la democrazia sono sempre ben spesi. Forse i tanti cittadini-elettori che oggi vogliono la riduzione del numero di parlamentari dovrebbero prima farsi un esame di coscienza e chiedersi se hanno sempre fatto il loro dovere: devono chiedersi se hanno sempre votato secondo coscienza o se, invece, l’hanno fatto molte volte con superficialità o per basse convenienze o, peggio ancora, perché “si portava un amico”! E, soprattutto, se poi hanno sorvegliato sull’operato del proprio eletto! Queste sono le basi della democrazia! Il nostro potere è nel nostro voto! Domani il nostro voto potrebbe valere un terzo in meno! Pensiamoci!

dello stesso autore:

https://360econews.wordpress.com/2020/01/24/la-sicilia-per-litalia-e-sprecata/

https://360econews.wordpress.com/2019/05/16/giletti-rispetta-la-mia-terra/