Nino ci vuole coraggio ad avere coraggio!

Continua la querelle di Torre Alba a Terrasini, alla singolare protesta di Antonino Ciaramitaro alla quale abbiamo dato spazio in questi link:

https://360econews.wordpress.com/2020/06/10/torre-alba-per-terrasini-a-che-costo/

https://360econews.wordpress.com/2020/06/11/torre-alba-a-terrasini-il-vaso-di-pandora/

Da domenica scorsa, giorno della protesta di ANTONINO, diverse le attenzioni da parte dei media locali e cominciano anche le attestazioni di solidarietà di altri cittadini, convinti che bisogna rompere il muro di silenzio e di inerzia e mettere pressione e fare da pungolo nei confronti dell’Amministrazione comunale.

Certi che una critica costruttiva possa essere utile al confronto fra chi ha responsabilità di Amministrare e chi come cittadino deve porsi come protagonista attivo nel controllo degli atti amministrativi che hanno ricadute sulla vita di ogni cittadino, pubblichiamo una risposta all’appello di ANTONINO ai suoi concittadini

Caro Nino,

ci vuole molto coraggio ad avere coraggio! recita una canzone…

… gli artisti sono anticipatori, così come i ” folli” aprono le strade che i saggi percorrono; ritenendoti sia l’uno che l’altro, mi reputo fortunato da terrasinese ad avere un concittadino così caparbio come te, così dedito alla causa del bene comune da armarsi di coraggio e lanciarsi contro il muro di gomma che circonda la Casa Comune del nostro paese.

Perciò ti rispetto, e rispetto la tua lotta al punto da voler pubblicamente annunciare che ho intenzione di raccogliere il testimone da te portato avanti. Come una staffetta, non si corre da soli, quindi facciamo squadra !

Nonostante i molti “collaborazionisti” ( come quelli che durante l’occupazione nazista indicavano alle SS dove si nascondevano i partigiani ) hanno invaso tutti i canali di comunicazione, usando “l’ode al Cristo” e la denigrazione del debole ( e la chiamata a casa) quale arma di distrazione di massa e controllo sociale, serpeggia tra la gente un senso di disgusto e repulsione verso la classe dominante, che compie azioni illogiche ( per molti, non per tutti ), spesso dannose alla comunità, sicuramente vantaggiose per pochissimi eletti…

… già, gli eletti…

è a loro che rivolgo la mia attenzione, al loro operato ( nullo) e ai loro silenzi ( tanti, troppi);

che fine ha fatto IL CONSIGLIO COMUNALE?!

Non esiste più alcun dibattito, NON ESISTE ALCUNA OPPOSIZIONE alla volontà politica di chi comanda; così una strada pulita è indice di buon governo, ma qualcuno potrebbe gentilmente chiedere se le altre 100 strade del paese meritano lo stesso amore e cura?

E dire, caro Nino, che il consiglio è pieno come un uovo di gente esperta, di gente che di mandati alle spalle ne ha tanti, magari è seduto su quelle poltrone da decenni, oppure ha ereditato la sedia dal padre, o ancora ha retto il moccolo di chi c’era prima per poi subentrarne… insomma gente che ne dovrebbe sapere! Infatti ne sanno talmente tanto che stanno muti! e non è certo e soltanto Torre Alba il nocciolo della questione, anche se questa storia è un pò come lanciare un bengala in un cielo cupo:

20 anni e più che la querelle va avanti di tribunale in tribunale, e ora si vuole impegnare la comunità di Terrasini a spendere 2 milioni di euro ( tanto per iniziare), per comprare soltanto il terreno adiacente la torre, quindi di fatto un acquisto del tutto inutile essendo per metà ancora di proprietà di un privato cittadino! Forse che vogliono perpetrare nel sopruso? perchè ricordo che il bene è stato ILLECITAMENTE SOTTRATTO a un privato con un ESPROPRIO ILLEGITTIMO! Forse non sai che per anni è stato l’ufficio fronte mare di un altro grande personaggio della recente storia terrasinese; uno cacciato per le innumerevoli colpe, ma forse solo perchè non si sarà allineato agli attuali manovratori, infatti il licenziamento è stato tramutato in “distacco” in altro comune… troppi galli in un pollaio… 2 MILIONI sono una fetta consistente del bilancio comunale, e sostenere che costerà a famiglia 500 euro non è una considerazione, come fa passare la televisione di regime , è MATEMATICA! e siamo solo agli inizi: 2 milioni adesso solo per i terreni, almeno altrettanto per la Torre, e poi la manutenzione e la messa a norma dei luoghi, e tutto questo per farne che?!?!?

Caro Nino questi consiglieri è da 4 anni anni che sono seduti su quelle poltrone, i signori “dell’indirizzo e controllo”; possibile mai che a nessuno sia passato per l’anticamera del cervello il pensiero di cosa farne del bene una volta concluso l’acquisto?!

Hai ragione a far notare che non c’è alcuna programmazione, quindi nessuna volontà di usare il bene, certo a parte qualche foto per matrimoni, quindi è normale concludere il ragionamento con la forte convinzione che sia tutto destinato al privato… anche fosse con bando pubblico, per dare parvenza di legalità, ma quanto ci vuole a truccare un bando?! Basta leggere la cronaca giornaliera per riscontrare centinaia e centinaia di casi così…

“ fare i cappotti per fottersi i bottoni”

MOLTI CHIACCHIERONI, si vantano di quanto sia turistica la nostra cittadina; io penso, e lo pensano molti affittuari di Terrasini: “ meno male che abbiamo l’aeroporto vicino, perchè almeno così i b&b possono lavorare con tutti quelli che ritornano a casa dopo avere trascorso le vacanze in posti VERAMENTE TURISTICI, come San Vito o Cefalù o Taormina”.

GLI STESSI che blaterano della Terrasini in Love, non hanno saputo gestire quattro ragazzini scanazzati che la sera se la passano a fare casino per le strade, e così come il marito ubriaco quando torna a casa e senza ragioni picchia la moglie, allo stesso modo hanno scaricato la COLPA sulle attività commerciali di somministrazione delle bevande. COLPEVOLI DI FARE IL LORO LAVORO! COLPEVOLI DI ESSERE PROMOTORI DI ODIO E DEVASTAZIONE. Quindi impediamogli di lavorare… invece che proteggere loro e la comunità, mettiamoli gli uni contro gli altri! IO che li conosco tutti, questi ristoratori, posso assicurarti che PAOLO VIVE molto più nei loro cuori, che nei pensieri di un palazzo che si lava la faccia con uno striscione da appendere.

Caro Nino, si spendono 2 MILIONI, anzi ci si indebita di ulteriori due milioni, e NON UNA LIRA per tutte quelle attività chiuse per mesi… anzi ti dirò di più, come già è usanza di mettere i residenti contro i ristoratori, oggi si mettono ristoratori contro ristoratori… la totale mancanza di controllo fa si che la CONCORRENZA SLEALE che viene perpetrata in paese e pressoché tollerata dall’autorità è un ulteriore manganello da usare CONTRO IL DISSENSO. Come quei commercianti che non denunciano il pizzo per paura che gli diano fuoco ai locali.

Caro Nino, io so bene quanto siano pesanti le mie parole;

IL CONSIGLIO COMUNALE, che agli inizi vedeva 11 oppositori ( perchè ricordiamolo chi comanda lo fa con una manciata di voti), è stato comprato pezzo dopo pezzo; a che prezzo?! bho, questo non è dato saperlo… però i fatti parlano…

Cè forse qualcuno in Consiglio che invece delle strade pulite chieda degli sversamenti a mare di liquami? Mica è un caso fortuito!!! i cittadini hanno occhi e narici, non più tardi di domenica, 2 giorni fa, la praiola era una cloaca;

C’è forse qualche consigliere che chieda di tutte le decine, ma che dico centinaia, di unità immobiliari alzate come funghi in paese!?!? lo sai che la casa di ogni terrasinese ha perso almeno il 50% del proprio valore?? I terrasinesi lo sanno, e se ne ricorderanno;

C’è forse un consigliere che abbia chiesto conto e ragione delle decine di debiti fuori bilancio, l’ultimo manco 10 giorni fa e sempre PER UN ESPROPRIO ILLEGITTIMO, bella prassi in Comune, quella di fottere il e al cittadino.

E poi il randagismo, che costa più di mille euro ad intervento ( contro i 200 € di Cinisi, ad esempio);

e le strisce blu, che hanno prodotto 2 mila euro scarsi alle casse comunali, ma che sono state regolarmente affidati sempre agli stessi, direttamente, e in collaborazione con la protezione civile e questa commistione andrebbe approfondita;

e le manifestazioni pagate a carissimo prezzo, sproporzionato, per vedere la totale sciatteria come ad esempio a Natale il presepe vivente con gli abiti ottocenteschi… più una carnevalata che una rappresentazione liturgica;

IL CONSIGLIO COMUNALE NULLA VEDE, ed è con loro che me la prendo perchè investiti dell’onere del controllo hanno completamente abdicato al loro ruolo;

…e potrei continuare ancora per molto con molti altri perché…

Come potrai sentire da adesso in poi, non sei solo; altri la pensano nel medesimo modo, e molti di più vorrebbero sostenerti ( e lo faranno vedrai) perchè stanchi dei continui sopprusi. CI VOLEVA un bengala nel cielo cupo;

Ci voleva SOLO un atto di CORAGGIO

… per andare fino in FONDO!!!

Ad maiora.

Antonio Palazzolo