I Sovranisti Gialloverdi sudditi delle Banche

di Massimo Costa

Secondo autorevoli pareri, il denaro che noi usiamo, quello dei conti correnti, è di proprietà della banca che lo gestisce. Finché la banca vuole, lo usiamo, finché la banca può, finché non fallisce e finché c’è una Banca centrale che garantisce.
Ma non sono nostri. Nostro è il “credito” nei confronti dell’istituto bancario, non la moneta, che è e resta della banca che l’ha creata ed emessa.
Bene, questa la moneta bancaria.
E quella fisica? Quella è nostra, no? Possiamo usarla come vogliamo.
No, non è nostra neanche quella, se non in limiti minimi.
Se preleviamo (dai NOSTRI conti, dai NOSTRI soldi, da quello che dovrebbe essere un NOSTRO credito) più di 1.000 euro in contanti o più di 10.000 euro in un mese, scatta la segnalazione all’Agenzia delle Entrate, con presunzione di riciclaggio o di evasione.

In altri termini dovremo spiegare all’Agenzia COSA abbiamo fatto di quei soldi e PERCHÉ li abbiamo prelevati. Ma sono/sarebbero i nostri soldi, no?
No, non sono nostri, sono sempre loro.
Il sistema usurocratico globale crea strumenti di pagamento per gli schiavi, glieli presta, e basta, alle condizioni che vuole.
Dovremo tornare all’oro fisico? Forse, ma in modo clandestino, perché se lo depositiamo in cassetta di sicurezza, scatta la presunzione di evasione. E se lo conserviamo o usiamo in privato violiamo non so quante leggi.

In altre parole, la costituzione materiale non scritta del mondo di oggi si riassume in due articoli:
1. Il Cittadino (suddito), qualunque ricchezza abbia guadagnato è per principio un evasore o un ladro o un delinquente. Spetta a lui dimostrare che non è vero, l’onere della prova.
2. Il Cittadino (suddito), non può avere proprietà di beni fisici, se non con il consenso dei padroni del denaro e può avere solo un diritto d’uso sul denaro ma non un diritto di proprietà (però magari avrà la libertà di sposare un cane o di farsi registrare sulla carta d’identità che si sente una pianta di ficus).

Benvenuti nell’impero liberale dove la libertà è bandita.

dello stesso autore:

 

https://360econews.wordpress.com/2019/05/26/quando-la-sicilia-aveva-credito/

https://360econews.wordpress.com/2018/09/19/per-le-scuole-italiane-il-regno-di-sicilia-non-e-mai-esistito/

https://360econews.wordpress.com/2019/04/11/europa-fine-pena-mai/

https://360econews.wordpress.com/2019/02/16/litalia-di-pulcinella-italia-paese-dove-le-menzogne-diventano-realta/

https://360econews.wordpress.com/2018/11/02/liberi-dal-contante-si-e-veramente-liberi/

https://360econews.wordpress.com/2018/09/04/la-moneta-pubblica-rende-ricchi-i-privati-la-moneta-privata-rende-ricco-solo-chi-la-emette/

https://360econews.wordpress.com/2018/09/30/pensieri-economici/

https://360econews.wordpress.com/2018/10/02/linganno-dello-spread/

https://360econews.wordpress.com/2018/12/21/la-regione-siciliana-raccoglie-le-briciole-del-protettorato-italo-europeo/