STRAGE DEL PANE (Storia di Sicilia legata alla Storia Italiana)

dei Giovani Siciliani Liberi

19 ottobre 1944 – Strage del Pane ad opera del “regio esercito” sabaudo, Via Maqueda, Palermo.

Vogliamo tenere vivo il ricordo di questa brutale strage che insanguinò una delle principali strade di Palermo e che, a parere di autorevoli storici, può essere definita la prima strage di Stato dell’Italia post-fascista.

Ventiquattro cittadini inermi, tra cui numerosi giovani e persino qualche bambino, furono trucidati dall’esercito del Regno d’Italia solo perché, esasperati dalle conseguenze della guerra e dalla miseria diffusa, osarono manifestare per chiedere pane e lavoro.

Pur di non ammettere le proprie responsabilità, le istituzioni sabaude tentarono anche di scaricare le colpe della strage sugli indipendentisti siciliani. Da allora nessuna autentica giustizia è stata fatta nelle aule di tribunale. Per molti decenni un pesantissimo silenzio si è abbattuto su questo increscioso evento e solo nel 1994 una targa in memoria delle vittime è stata apposta a Palazzo Comitini.

Ci chiediamo se e come questo evento verrà affrontato nelle scuole nell’ambito dello spazio che il governo regionale intende dedicare alla storia della nostra isola. Ci chiediamo se anche su questa tragica vicenda si realizzerà una manipolazione tale da non far emergere l’esistenza di uno storico conflitto tra le istanze di libertà, autodeterminazione e giustizia del popolo siciliano e gli interessi dello Stato unitario italiano.

Di seguito il link ad un approfondimento sulla Strage del Pane:

http://www.inuovivespri.it/2018/10/19/la-strage-del-pane-di-via-maqueda-a-palermo-da-allora-solo-silenzi-omissioni-e-depistaggi/