LA MONETA PUBBLICA RENDE RICCHI I PRIVATI. LA MONETA PRIVATA RENDE RICCO SOLO CHI LA EMETTE.

il

di Massimo Costa

Ogni paese ha bisogno di una moneta propria, pubblica, senza interessi da pagare alla sua emissione, senza forma di debito.
Se non fossimo accecati dai pregiudizi di cui siamo inondati ogni giorno queste verità elementari sarebbero la pietra miliare di ogni discorso politico.
Un paese che non ha la leva monetaria non è uno Stato, è una provincia, un dipartimento amministrativo, una colonia.
E allora, se volete essere una provincia, chiedetevi quanto potete influire nel determinare la politica del paese di cui fate parte.
Siamo europei? No, perché noi in Europa non contiamo nulla. La UE è una corporation controllata dalle banche d’affari. Perché allora dobbiamo usare la moneta che questa emette per noi? Per ragioni di forza, ok. Ma a lungo termine può essere questa una soluzione strutturale? No, perché alla lunga sarà uno strumento per renderci schiavi.


Siamo italiani? No, perché l’Italia tratta la Sicilia come una colonia di sfruttamento, non ne rispetta alcun diritto e noi siciliani non abbiamo quasi alcuna voce in capitolo su tutte le decisioni che si prendono a Roma (sulle poche che non sono state ancora regalate a Bruxelles). Perché dovremmo avere la stessa moneta dell’Italia? Cosa ci ha portato un secolo e mezzo circa di unione monetaria con l’Italia? Sottosviluppo, mafia, degrado, e una classe politica clientelare e asservita.
La Sicilia deve battere moneta, moneta propria. Come ha fatto per 2.000 su 2.500 anni di storia circa, e quei 500 anni circa in cui non l’ha fatto sono stati i peggiori in assoluto (i 200 anni di Italia e i più bui 300 anni di impero romano).
La Sicilia è una Nazione. E non ci potrà essere sovranismo in Sicilia sotto le bandiere dell’Italia. Qui la globalizzazione la dobbiamo combattere da soli. Strappando pezzo dopo pezzo margini di sovranità.
Non facciamoci incantare dalle sirene dei “meno peggiori” italiani. Chiunque essi siano. Dialogo sì, con tutti, sudditanza mai più. Abbiamo già dato.
Su che cosa serve avere una moneta propria ci ritornerò. Dovrebbe essere insegnato a scuola. Ma il mainstream non solo non lo permette, ma con le recenti riforme universitarie bandisce la ricerca libera a favore del pensiero unico, premiato dall’ANVUR, altra istituzione “globale” da abbattere col bazooka.