LA “SICILIANIZZAZIONE” DELL’ITALIA di Massimo Costa

A quanto pare la “sicilianizzazione” dell’Italia dilaga. Un tempo eravamo solo noi specialisti del “qua è tutto uno schifo”.
Adesso è tutta l’Italia. Miracoli del Trattato di Lisbona (2007)?
Non è vero che i “ragazzi scappano felici e contenti”. E’ anche vero che i genitori, che in Italia vivono, anche bene, sono convinti che la fuga sia la cosa migliore (Che in Africa accada lo stesso? Ma lasciamo perdere per ora questo discorso).
Non sanno che significa fuggire e vivere in una società che per te non ha senso, anche se ti dà 10.000 euro al mese.
Sono scelte a farsi, tutte legittime, ma che vanno fatte fare ai diretti interessati.
Noi genitori sino ad una certa età siamo i custodi dei nostri figli, mai i padroni del loro destino. Possiamo solo farli infelici con le troppe nostre invadenze.
Ricordo ancora quando, a 23 anni circa, volevo tornare a Palermo con una prestigiosa laurea “forestiera” in tasca, presa “là fuori dove sì che…”.
Ricordo benissimo lo scetticismo dei “grandi” di allora, sulla mia carne: “ma chi te lo fa fare? L’avessi avuta io una laurea alla Bocconi… Io scapperei domani mattina…. Cca ven’a fari ‘u mpijateddu…”. E così via. E chi me lo diceva magari aveva posto fisso, stipendi da favola, e tutte le garanzie e soddisfazioni di questo mondo, casa di proprietà in via Libertà e villino a Carini…. Ricordo benissimo un dirigente dell’IRFIS (non faccio nomi) che mi diceva “io i miei figli li faccio studiare tutti fuori così vanno via, e lei vuole venire qua?”. Chissà quanto “amore” metteva questo funzionario del mediocredito siciliano nel suo delicato lavoro di contribuire al progresso economico della sua Terra…
Ebbene, quasi 30 anni dopo, sono felice di essere tornato a Palermo. Non ho fatto forse quello che avrei fatto “là fuori, dove sì che…”, non sono mai diventato benestante, ma credo che, con tutte le difficoltà che ho incontrato e che ancora devo incontrare, la mia vita abbia avuto un senso.
Che ognuno possa scegliere quello che vuole fare della propria vita. E che questo maledetto autorazzismo sia finalmente rimosso come il più odioso degli autolesionismi.
http://invececoncita.blogautore.repubblica.it/articoli/2018/08/19/posso-obbligare-mia-figlia-a-scappare/?refresh_ce

dello steso autore:

https://360econews.wordpress.com/2018/12/29/autonomia-delle-regioni-del-nord-o-autonomia-del-piu-forte/