Perchè mai dovrebbero essere funerali di Stato?

PERCHÉ NON DOVREBBERO ESSERE FUNERALI DI STATO

Oggi alcuni familiari delle vittime del crollo del ponte Morandi hanno rifiutato il funerale di Stato.
Questo rifiuto dovrebbe far riflettere…. è il rifiuto verso uno Stato che non è come un buon padre di Famiglia.
Prescindendo dalle colpe che dovranno essere accertate da chi di competenza e prescindendo dalle responsabilità ideali, materiali e morali…che non dovrebbero vederci giudicare, questo o quello in funzione di scelte indotte spesso da fatti che fino ad ieri non ritenevamo importanti e per i quali nessuno si mobilitava…..prescindendo da tutto ciò un fatto è certo…parte della popolazione non riconosce nello Stato quella garanzia e il riferimento ideale.
Lo Stato è oggi fallito non per colpe dirette, ma perché come tale viene percepito…uno Stato che impone norme di sicurezza sul lavoro, e che ha visto morire gente che si recava o che tornava dal proprio lavoro…uno Stato che dovrebbe garantire il diritto al lavoro e che costringe propri cittadini a cercare il lavoro a migliaia di km dalla propria terra e li trova la morte…..uno Stato che dovrebbe garantire serenità a chi dopo un anno di sacrificio pensava di godersi le meritate vacanze come si dovrebbe definire se non fallito.
Le tragedie accadono e a questo ci si deve rassegnare, ma non ci si può rassegnare alla sciatteria e all’ignavia…..senza dubbio ci sono responsabilità personali, ma le responsabilità istituzionali sono palesate a noi tutti!
Famiglie che piangeranno i figli per tragedie evitabili e per l’irresponsabilità di persone con nome e cognome e di istituzioni che sono lì per garantirci la sicurezza.
Se c’è un minimo rischio che una infrastruttura sia pericolosa …va chiusa assumendosi le conseguenze di quelle scelte.
Ogni giorno camminiamo in strade decadenti…pericolose….attraversiamo viadotti, ponti o strade inagibili da anni e che vengono costantemente percorse….le istituzioni ipocritamente si limitano a mettere un cartello con scritto divieto al transito strada pericolosa …cartelli che arrugginiscono negli anni…viadotti mai collaudati e lasciati aperti al transito ufficiosamente….perché non se ne può fare a meno…l’unico deterrente un infinità di carte che passano di ufficio in ufficio per scaricare la responsabilità ….ora al sindaco…ora all’ente gestore, ora al ministero che risponde al sindaco in un circolo vizioso fino al momento nel quale il cerino resta in mano a qualcuno e la tragedia si materializza……lì comincia il giro delle sentenze esemplari in primo grado…ridimensionate in secondo per poi raggiungere l’assoluzione o la morte dei presunti responsabili. Ogni giorno in questo Paese si registrano tante piccole tragedie legate all’incuria e all’irresponsabilità. Perché solo oggi dovrebbero esserci funerali di Stato? Solo perché la tragedia è numericamente, mediaticamente e d’impatto maggiore? Oggi questi non possono essere funerali di Stato perché lo Stato è responsabile di non svolgere le sue funzioni e le colpe ricercate nell’ultimo “chiodo” …nell’ingenuo o nell’incosciente che ha coperto le colpe di una classe dirigente sempre più squallida e indegna delle sue funzioni!
Oggi questi funerali non possono essere di Stato perché a questi cittadini vittime lo Stato non ha offerto alcun servizio.
Fu fatta l’Italia…non vennero mai fatti gli Italiani ….e mai è esistito lo Stato Italiano, perché dovrebbero esserci dei funerali di Stato!

(M.L.D.)