[VIDEO] Muostory, il docufilm di Guglielmo Panebianco.

[di Antonella Sferrazza – 14/12/2015 – inuovivespri.it]

Intervista a Guglielmo Panebianco, regista del docufilm Muostory, da sempre in prima linea nella battaglia contro l’impianto che la Marina Usa ha piazzato a Niscemi.

Cosa puoi dirci di Muostory?

“Muostory è un film documentario che descrive i settant’anni di occupazione americana dell’Isola. Comincia con l’operazione Husky, che da inizio alla svendita del territorio siciliano, e incastra come pezzi di un mosaico i momenti più salienti della storia siciliana: il ruolo avuto da Lucky Luciano nell’invasione statunitense, la strage di Portella della Ginestra, il caso Mattei, l’omicidio di Kennedy per finire con la guerra in Afghanistan e in Iraq. Un viaggio attraverso la storia e gli uomini che hanno segnato il destino della Sicilia, trasformata in avamposto di guerra grazie alle numerose Basi militari Statunitensi , sorte nel dopoguerra e sparse in tutta l’isola. Il documentario fa palese la differenza fra le guerre di allora e quelle di oggi. Non mutano gli obiettivi, ma le modalità. Oggi assistiamo alle c.d. “guerre disumanizzate”, quella dei Droni e delle tempeste elettromagnetiche e psicotroniche. Il Muos a Niscemi, ne è un esempio. Dalla Sicilia si consentirà al complesso bellico industriale Americano di continuare a dominare l’intero pianeta e le sue risorse. Muostory ricostruisce la storia della lotta che i cittadini conducono giorno dopo giorno da diversi anni contro l’istallazione Muos. Non esitando a svelare le complicità politiche, le infiltrazioni mafiose e massoniche, nonché i pericolosi rischi per la salute e l’ambiente di un territorio già fortemente martoriato da diverse forme d’inquinamento”.

Quando potremo vederlo?

“Presto uscirà la versione definitiva”.